Francesco Torre

Francesco Torre, già titolare di Cattedra di Geomorfologia e Geoarcheologia all’Università di Bologna, ha lavorato come geologo per tre anni per il Governo Sudafricano,Department of Mines, Geological Survey. È stato responsabile geologo marino nella spedizione scientifica nel Mar Nero (agosto-settembre 2000): scoperte le tracce del “Diluvio Universale”. Dall’anno 1995 collaboratore dell’institute for exploration, (Istituto americano della ”Division of Sea Foundation,inc.”). Ha partecipato come Responsabile geologo nella spedizione scientifica in Egitto sul Delta del Nilo e nella spedizione per ricerche archeologiche e geomorfologiche marine nel Mediterraneo, nella zona di Banco Skerki con una nave oceanografica ed un sottomarino strategico nucleare della Marina Militare Americana, NR-1, scendendo, primo italiano a farlo, alla profondità di 800 metri. Scoperte 5 navi romane. Direttore della ricerca il Prof. Robert Ballard, famoso scienziato americano, geologo, scopritore del “Titanic”. Il prof. Torre è laureato in Geologia, Biologia, Scienze Naturali e Scienze Turistiche. È uno dei principali studiosi di Preistoria e Protostoria della Sicilia. Lingue studiate e parlate: inglese, tedesco, francese, spagnolo, swahili, turco, afrikaans e arabo.